Misano Adriatico si conferma tra i Comuni trainanti del turismo in Riviera. Secondo solo a Rimini, nel 2017 ha registrato una crescita del 4,9% nel numero totale di visitatori, del 4,1% sui pernottamenti e un incremento del 3,8% di turisti stranieri.

Questo importante risultato gratifica il lavoro svolto negli ultimi 3 anni, in cui ci siamo impegnati nella realizzazione e nella promozione del portale AMisano. Dal nome al logo, dall’architettura dell’informazione al layout del sito internet, dalla progettazione dell’immagine coordinata alle attività di web e social media marketing.

Con impegno ed entusiasmo continuiamo a supportare il turismo di Misano Adriatico nella crescita dell’offerte turistica e nella cura dell’immagine pubblicitaria. Siamo fiduciosi che questa medaglia d’argento potrà presto diventare d’oro.

turismo-misano-adriatico

Paolucci Marketing chiude gli uffici dal 24 dicembre al 1 gennaio 2017.

Siamo spesso di corsa, sempre ad inseguire le urgenze, poi arriva in Natale e cerchiamo di rallentare per gustare i momenti belli in famiglia e pensare all’anno passato.
Un momento di felicità e di confronto che ci ricarica di nuova energia e buoni propositi.

Il più bel regalo, per noi di Paolucci Marketing, è affiancarvi per realizzare i vostri sogni.
Con passione e professionalità prendiamo in carico le vostre esigenze e le trasformiamo in siti internet, campagne pubblicitarie, grafica e stampa.

In queste feste focalizzate i vostri sogni, vi aspettiamo nel 2017. Buone feste.

 

Stefano Paolucci & staff

Paolucci Marketing festeggia Quindici anni di Web e Comunicazione con Workshop per tutti i clienti.

Un workshop e una festa a bordo piscina, nella splendida cornice del Riviera Golf Resort di San Giovanni in Marignano, sono stati i regali che l’Agenzia Paolucci Marketing ha voluto condividere con i suoi clienti per spegnere il traguardo delle quindici candeline. Sono infatti quindici gli anni di impegno e lavoro nel settore del web per l’agenzia di Riccione che fa capo a Stefano Paolucci.

Tre lustri iniziati quando la rete era un luminoso eldorado e il rapporto investimento/ritorno altissimo, poi l’avvento di Facebook che ha sparigliato tutte le carte e, il complicato presente, dove posizionarsi richiede impegno, azioni mirate e strategie a lungo termine. “Mi è sembrato bello offrire ai miei clienti e amici qualcosa che andasse oltre la semplice festa” spiega Paolucci.
Così lo scorso 14 settembre 2016, davanti a una platea di circa un’ottantina di persone, nel pomeriggio, si è parlato di comunicazione, marketing e innovazione digitale.

Paolucci ha relazionato sugli strumenti che mette a disposizione il web, marketing digitale, social media, anticipando alcuni progetti su cui l’agenzia Paolucci Marketing sta investendo: “In vista della prossima estate stiamo lavorando al portale turistico Riccione.info. Importanti anche gli investimenti sulle novità che offre la rete come i Virtual Tour realizzati appositamente per Google Maps e i video con l’uso dei droni”.

Ad affiancarlo, durante i lavori del work shop c’erano i suoi più stretti collaboratori: Lamberto Bignami che si occupa della gestione dei siti aziendali, Margherita Barnabé, grafica e designer, e Davide Bertozzi, intervenuto sulle novità di Facebook marketing.
Alla fine del workshop sono stati presentati alcuni partner dell’agenzia. Gianluca Bonetti di Prometeo Informatica, che ha sviluppato Workplace, un gestionale cloud.

I soci fondatori di Hopinion, una nuova startup sociale tutta italiana presente sul portale di crowdfunding WithYouWeDo di Telecom Italia.
Non è mancato il video saluto dell’amico e pilota di Moto3 Nicolò Bulega, in viaggio per Milano atteso all’evento SkyUpfront 2016.

Poi a seguire la cena al Riviera Golf con il taglio della torta finale e un meraviglioso grazie a tutti gli intervenuti.

(Red. Rimini IN Magazine)


Un mensile di appuntamenti ed eventi tra Marche e Romagna, quello che ci voleva!
Primo Piano Eventi chiede la partnership di Paolucci Marketing per il lancio di questo free press: Mensile di Arte, Cultura, Eventi, Tradizioni, Viaggi e Tempo Libero.
Restyling grafico e supporto marketing per realizzare questo periodico.

Siamo a disposzione delle aziende o enti pubblici che vogliono promuovere eventi o inserire la loro pubblicità.
Target da Ancona a Ravenna.

Riprende la diattrib tra Google e la Cina dopo il problema dei mesi scorsi per un presunto attacco ai server di Google da parte di hacker per conto del governo cinese.
Ora le agenzie di Pechino minacciano cause per danni se l’azienda americana abbandona il mercato cinese. Ma ne frattempo le tensioni si calmano ed il motore di ricerca americano continua ad operare. Infatti una fuoriuscita di Google dal mercato cinese minaccia di trascinarsi dietro anche pesanti conseguenze giudiziarie in America.
In una lettera pubblicata su un sito affiliato con la Televisione centrale cinese le aziende che vendono spazi pubblicitari su Google in Cina hanno infatti domandato chiarezza sulle intenzioni del colosso americano. Inoltre hanno minacciato di chiedere esosi rimborsi nel caso di una chiusura delle attività cinesi.

Google è ormai da mesi alle prese con una faticosa trattativa con il governo di Pechino per quanto riguarda le sue attività in Cina. Google ha accusato la Cina di avere ordito un attacco a suoi siti email, e quindi oggi chiede maggiore sicurezza e migliori condizioni nel mercato.
In caso contrario minaccia di togliere i filtri censori al suo motore di ricerca cinese, cosa che automaticamente comporterebbe la chiusura delle sue attività qui ad opera del governo.
Pechino sostiene di essere estranea agli attacchi, dice che in ogni paese si rispetta la legge del posto e se Google vuole lasciare la Cina sarà Google a perdere.
Ora le minacce delle agenzie di pubblicità aprono una nuova dinamica. Da mesi gli affari languiscono, spiegano i pubblicitari, né i contratti vengono rinnovati vista l’atmosfera di generale incertezza sulle decisioni dell’azienda informatica Usa.
In realtà nel breve periodo è improbabile che avvengano colpi di scena e chiusure improvvise.
Google non si muove da sola, un’azienda di queste dimensioni e di questa importanza mediatica, ha la benedizione o almeno la luce verde da parte del governo americano.
In tutto ciò la questione di Google ha smesso di essere una vicenda puramente commerciale e ha assunto sempre più toni politici. È una specie di cartina tornasole dei rapporti bilaterali, e delle tensioni che si aggrovigliano intorno ad essa da parte di quanti, da una sponda e dall’altra del Pacifico, vogliono magari menare le mani.
(fonte LA STAMPA – Francesco Sisci)