GDPR Privacy 2018

GDPR Privacy 2018

Esattamente due anni fa, il 25 maggio 2016, entrava in vigore la nuova legge sulla Privacy GDPR.
Dopo due anni entra in attuazione e possono iniziare le sanzioni. Questo obbliga, dal 25 maggio 2018, tutte le aziende a mettersi in ordine con le direttive del GDPR, General Data Protection Regulation, chiamata anche nuova Privacy 2018
Questo nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali cambia alcuni aspetti della precedente legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 senza abrogarla (a differenza della precedente legge 675/96 che era stata abrogata).

Cerchiamo di capire meglio cosa cambia e come adeguarci al nuovo regolamento europeo per la Privacy UE 2016/679 (GDPR Privacy 2018).

A chi si applica il nuovo regolamento?

Si devono adeguare al nuovo regolamento tutte le aziende ed organizzazioni che trattano dati personali o trattano comportamenti ai fini di attività e marketing, di persone residenti in Europa.
Quindi, sono esclusi i privati, ma si devono adeguare anche le piccole e medie imprese.

Cosa si intende per Dati personali?

Con la definizione “dati personali” il regolamento intende qualsiasi informazione che identifichi una persona e contribuisca a rivelare le sue abitudini, comportamenti, relazioni personali, situazione economica e di salute.

Quali sono le principali novità con l’entrata in vigore del GDPR?

Consenso ed informativa sulla privacy.

Riprendendo la normativa in vigore (D.Lgs. 196/2003 o Codice della Privacy) il trattamento dei dati deve seguire il rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e dignità dell’interessato, in particolare si richiede che il consenso deve essere esplicito: nel trattamento dei dati sensibili, consenso alla profilazione e ad altri trattamenti automatizzati.
Se il consenso è stato raccolto precedentemente all’entrata in vigore del GDPR, in maniera corretta e trasparente, potrà considerarsi ancora valido. Se così non fosse è necessario richiedere nuovamente il consenso al trattamento dei dati ai nostri contatti aziendali.

DPO e Registro

Il GDPR introduce l’obbligo di una nuova figura, il Data Protection Officer, in italiano Responsabile della Protezione dei Dati personali (RDP). Questa persona, interna o esterna all’azienda, deve redigere il Registro dei Trattamenti svolti ed adottare le misure adeguate a garantire la sicurezza dei dati gestiti all’interno dell’azienda.

Quali sono i diritti che devono essere garantiti?

I principali diritti previsti sono: il diritto di accesso ai dati, diritto alla portabilità e diritto all’oblio.
L’azienda è obbligata, su richiesta dell’interessato, a fornire una copia dei dati in suo possesso e comunicare come vengono conservati in azienda. Vengono introdotti anche il diritto alla portabilità dei dati, con cui si prevede la possibilità di spostare il trattamento dei propri dati personali ad un altro titolare ed il diritto all’oblio, la possibilità di richiedere la cancellazione completa dei propri dati personali.

Cos’è l’accountability?

Titolari e Responsabili del trattamento dati devono impegnarsi per trattare i dati personali in loro possesso e documentare come rispettano il Regolamento europeo:
Attivare adeguate misure di sicurezza per la protezione dei dati (Data Protection by design – Data Protection by default)
Valutazione del rischio sui diritti degli interessati
Predisporre un registro dei trattamenti
Documentare violazioni di dati personali e dare notifica all’Autorità e ai diretti interessati entro 72 ore (se c’è violazione e rischio per gli interessati).

Cosa sta facendo Paolucci Marketing per adeguarsi al GDPR?

Ci stiamo lavorando dal 2017 ed abbiamo recepito il nuovo Regolamento, abbiamo individuato il RDP interno e stilato un documento in cui descriviamo la nostra politica aziendale per la sicurezza delle informazioni dei nostri clienti e contatti. Nel documento elenchiamo tutti gli adempimenti e le procedure applicate per la gestione dei dati in azienda.

Cosa dovete fare per essere in regola con il GDPR?

Per tutti i soggetti con partita IVA, società e liberi professionisti, gli obblighi sono di analizzare chi gestisce i dati in vostro possesso e come vengono gestiti. In pratica gli aspetti più importanti riguardano:

  • Valutate tutti i software con cui gestite dati e contatti: gestionali aziendali, servizi online ma anche documentazione cartacea. Per il gestionale confrontatevi con i vostri referenti informatici, per i servizi online potete rivolgervi a noi, per la documentazione cartacea adeguatevi con opportuni sistemi di sicurezza.
  • Per quanto riguarda i dati su clienti e prospect valutate come li avete raccolti e se non siete sicuri di aver rispettato i princìpi del regolamento richiesti dal GDRP, chiedete ex novo il consenso esplicito al trattamento dei dati personali con un servizio di email marketing esistente o da attivare. Potete approfittarne per chiedere conferma delle informazioni in archivio e riconfermare le loro scelte (Repermissioning).
  • L’obbligo di nomina di un RDP (Responsabile della Protezione dei Dati personali ), detto anche DPO (Data Protection Officer): se ritieni di non avere all’interno del tuo organico una figura adatta, rivolgiti a un esperto esterno.
    Controllo della Informativa per la Privacy e, se necessario, adeguamento alla nuova normativa GDPR.
  • Affidarsi ad un esperto sul tema privacy e protezione dei dati. Le aziende specializzate sanno consigliarvi sulle migliori azioni da istraprendere per adeguare la vostra azienda al GDPR.
    Siamo a vostra disposizione per chiarimenti e per valutare insieme al vostro consulente di fiducia le migliori azioni correttive.

Fiera di Pesaro – InsiemeSì 2017

Il 25 e il 26 marzo torna alla Fiera di Pesaro InsiemeSi “Salone dello spirito d’impresa” alla sua 4° edizione, organizzata con impegno dalla BCC di Gradara.

L’iniziativa porta in esposizione oltre 220 aziende del territorio, e ci vede partecipare anche quest’anno.

Il Presidente della BCC di Gradara, Fausto Caldari, dice “La nostra è una vera banca del territorio che non guarda solo i numeri, siamo sempre vicini alle esigenze della comunità in cui operiamo quotidianamente e InsiemeSi è un è un segnale di vicinanza alle imprese del territorio che sono la nostra ricchezza più preziosa. Speriamo che l’edizione 2017 sia quella che segna la fine della crisi, qualche segnale positivo già c’è”.

Un programma interessante, assolutamente gratuito per tutti i visitatori, come spiega il responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione della BCC di Gradara Andrea De Crescentini “Gli eventi in programma sono tanti e vanno incontro ai gusti dei giovani e delle famiglie, ci sarà spazio per le risate grazie a comici famosi come Max Paiella e Paolo Cevoli ma anche spunti e momenti di riflessione con il convegno sulle opportunità di Pesaro Città Europea dello Sport”

Sul palco dell’Expò inoltre tanti rappresentanti dello sport come Andrea Giani (volley), Carlo Molfetta (taekwondo) , Giulio Gazzotti (basket), Federica Mastrodicasa (volley), Filippo Piermaria (football americano), Felipe Toninandel (calcio a 5), Carlo Villarosa (Rugby).

Paolucci Marketing chiude gli uffici dal 24 dicembre al 1 gennaio 2017.

Siamo spesso di corsa, sempre ad inseguire le urgenze, poi arriva in Natale e cerchiamo di rallentare per gustare i momenti belli in famiglia e pensare all’anno passato.
Un momento di felicità e di confronto che ci ricarica di nuova energia e buoni propositi.

Il più bel regalo, per noi di Paolucci Marketing, è affiancarvi per realizzare i vostri sogni.
Con passione e professionalità prendiamo in carico le vostre esigenze e le trasformiamo in siti internet, campagne pubblicitarie, grafica e stampa.

In queste feste focalizzate i vostri sogni, vi aspettiamo nel 2017. Buone feste.

 

Stefano Paolucci & staff

Paolucci Marketing festeggia Quindici anni di Web e Comunicazione con Workshop per tutti i clienti.

Un workshop e una festa a bordo piscina, nella splendida cornice del Riviera Golf Resort di San Giovanni in Marignano, sono stati i regali che l’Agenzia Paolucci Marketing ha voluto condividere con i suoi clienti per spegnere il traguardo delle quindici candeline. Sono infatti quindici gli anni di impegno e lavoro nel settore del web per l’agenzia di Riccione che fa capo a Stefano Paolucci.

Tre lustri iniziati quando la rete era un luminoso eldorado e il rapporto investimento/ritorno altissimo, poi l’avvento di Facebook che ha sparigliato tutte le carte e, il complicato presente, dove posizionarsi richiede impegno, azioni mirate e strategie a lungo termine. “Mi è sembrato bello offrire ai miei clienti e amici qualcosa che andasse oltre la semplice festa” spiega Paolucci.
Così lo scorso 14 settembre 2016, davanti a una platea di circa un’ottantina di persone, nel pomeriggio, si è parlato di comunicazione, marketing e innovazione digitale.

Paolucci ha relazionato sugli strumenti che mette a disposizione il web, marketing digitale, social media, anticipando alcuni progetti su cui l’agenzia Paolucci Marketing sta investendo: “In vista della prossima estate stiamo lavorando al portale turistico Riccione.info. Importanti anche gli investimenti sulle novità che offre la rete come i Virtual Tour realizzati appositamente per Google Maps e i video con l’uso dei droni”.

Ad affiancarlo, durante i lavori del work shop c’erano i suoi più stretti collaboratori: Lamberto Bignami che si occupa della gestione dei siti aziendali, Margherita Barnabé, grafica e designer, e Davide Bertozzi, intervenuto sulle novità di Facebook marketing.
Alla fine del workshop sono stati presentati alcuni partner dell’agenzia. Gianluca Bonetti di Prometeo Informatica, che ha sviluppato Workplace, un gestionale cloud.

I soci fondatori di Hopinion, una nuova startup sociale tutta italiana presente sul portale di crowdfunding WithYouWeDo di Telecom Italia.
Non è mancato il video saluto dell’amico e pilota di Moto3 Nicolò Bulega, in viaggio per Milano atteso all’evento SkyUpfront 2016.

Poi a seguire la cena al Riviera Golf con il taglio della torta finale e un meraviglioso grazie a tutti gli intervenuti.

(Red. Rimini IN Magazine)

Dal 19 al 20 marzo torna Expo di Primavera 2016 organizzato dalla Bcc di Gradara.

Noi ci siamo ma c’è anche tanto spazio per musica, cultura, spettacoli ed approfondimenti.

L’EXPO di Primavera è un evento che attira famiglie e giovani, ma è soprattutto un momento di incontro per oltre 250 imprenditori e artigiani provenienti dalla regione Marche e Romagna, in particolare dalle provincie di Pesaro Urbino e di Rimini.
Un importante fiera per conoscersi e mettere in mostra la propria attività. Tutto questo è InsiemeSì 3° Expo di Primavera, organizzato dalla Bcc di Gradara, ad ingresso gratuito, per il pubblico, presso la Fiera di Pesaro
Sabato pomeriggio ci saranno due presentazioni di libri: Marineria Risorta di Maria Lucia De Nicolò e Ritorno a Medjugorje di Gianfranco Angelucci.
In serata si terrà il grande concerto gratuito dell’artista internazionale Raphael Gualazzi.
Domenica 20 marzo, oltre ai tornei di mini basket e la presentazione dei progetti di cooperazione con le scuole di Gabicce e Gradara, nel pomeriggio si terrà lo spettacolo dei comici Gigi-Andrea e di Sergio Sgrilli di Zelig.
Seguirà la presentazione del libro “L’arma della memoria” dell’ex direttore del Corriere della Sera Paolo Mieli.

Noi di Paolucci Marketing vi aspettiamo al Expo di Primavera 2016 stand 211, non mancate.

Manca meno di un mese all’evento più creativo della Riviera Romagnola, la Karatella Race 2015, giunta alla sua sesta edizione.
Anche per questa edizione, come per tutte le altra, Paolucci Marketing è media partner.

Sabato 19 e Domenica 20 Settembre a Coriano si svolgerà la Karatella Race, inserita all’interno del programma ufficiale del Gran Premio TIM di San Marino e della Riviera di Rimini.

Le iscrizioni devono pervenire entro il 12 settembre compilando l’apposito modulo di iscrizione sul sito www.karatellarace.it

Questa Edizione vuole aiutare l’associazione Arop Onlus (www.arop.it)

Main Partner Ufficiale delle 2 Giornate è una vecchia conoscenza: TURBOLENZA

Guardatevi la presentazione video…

Non vi resta che partecipare o semplicemente godervi lo spettacolo!


Ogni volta che leggo Wired mi convinco di due punti fermi: è la rivista più innovativa d’Italia, sono nella giusta direzione (o mi aiuta a capirla).

Leggendo l’editoriale dell’ultimo numero appena ricevuto, di giugno 2015, si parla della famosa regola 20/80 del Marketing e Management (detta anche Legge 80/20 o Principio di Pareto).

Per chi non se la ricordasse, molto riassunta e semplificata oltre il lecito, afferma che in ogni azione ed in particolare nel lavoro, gestione del tempo e nel fatturato una piccola parte dell’impegno genera la maggior parte dei risultati.

Nel Master di Management che ho frequentato anni fa mi era stata esposta come se il 20% dei clienti genera l’80% del fatturato, in linea di massima.

Solitamente è così anche per Paolucci Marketing, ma ciò non vuol dire che sia sbagliato!

Massimo Russo, che firma questo ultimo editoriale (sembra che passi a La Stampa proprio da questo mese), mi dà ragione. O almeno dice che se la regola viene vista in modo integralista ed ottuso fa affondare l’innovazione.

Vi spiego perché è sbagliato applicare la Legge 80/20 alla lettera nel lavoro.

Se la prendiamo come un punto fermo, verremo spinti ad abbandonare l’80% dei clienti che ci portano solo il 20% del fatturato.

Analizzando meglio, anche alla luce dei miei 20 anni di esperienza lavorativa, posso portare queste considerazioni:

  • La distinzione 80/20 è legata solitamente ad un periodo ben definito, ma se estendiamo, per esempio l’analisi ad un periodo temporale più esteso, possiamo notare che i “clienti” migliori si alternano.
    Nel mio caso ho notato cicli di produttività, dettati da turnover cliente-fornitore, fasi aziendali proprie o delle aziende clienti.
  • L’anti-80/20 non si applica solo ai clienti ma anche ai progetti. In passato ho dedicato molte energie e tempo a progetti che non hanno portato utile ma che hanno accresciuto il know-how e mi hanno portato dove non avrei mai immaginato.
    Per esempio ero a fianco diUmberto Paolucci alla presentazione europea della Xbox a Milano nel 2002.
  • Al 20% di clienti/progetti si apporta tutto quello che viene appreso dall’altro 80% offrendo idee e servizi a cui non avrei nemmeno pensato.
    Cosa collega un materasso ed una scarpa con le borchie? La stessa scelta dei social media per un ecommerce con budget limitato.

La vera regola del Marketing Management è che ogni volta che si applica una Legge o Principio in modo categorico si sbaglia. Così facendo si chiude la porta all’innovazione, ai nuovi mercati ed al pensiero laterale, che è uno dei punti forza della nostra nazione.

Ragionado su quest’ultima affermazione, penso che uno dei fattori di crisi degli ultimi anni sia proprio questo. Molte aziende hanno smesso di fare innovazione, non hanno investito in nuove tecnologie per non dover apprendere un nuovo metodo, non si sono “buttate su internet” perchè non produceva fatturato, non hanno rinnovato la comunicazione per scaramanzia, etc.

Ognuno degli esempi sopra riportati è tratto da un’azienda con cui sono entrato in contatto che, nei piacevoli confronti commerciali con il titolare, non sono riuscito a convincere del contrario e, nella maggioranza dei casi, ho poi visto fallire o chiudere.

So che oggi il mercato cambia molto più rapidamente di solo pochi anni fa, e questo aspetto a volte può essere frustrante, portandoci a concentrare l’attenzione solo sul profitto, ma se volete un futuro migliore, concentratevi sul bene offerto e tenete gli occhi aperti su quello che succede fuori dal tracciato principale.

Stefano Paolucci

 

Come ogni anno Giogio Tave organizza uno dei momenti di aggiornamento più importanti d’Italia sul Web Marketing.

Quest’anno si parla di punto di riferimento Europeo per il settore del Marketing Online: 22 sale, 120 relatori e oltre 120 interventi.

Tutto questo fortunatamente al Palacongressi di Rimini.

L’evento sul marketing digitale più completo d’Europa

L’evento di formazione è unico nel suo genere, infatti i 120 interventi coprono tutte le tematiche principali del web marketing e tu puoi personalizzare il tuo percorso formativo, scegliendo cosa seguire nei due giorni di Festival.

Grazie alle videoregistrazioni, non si perde nemmeno uno degli interventi di web marketing, infatti le due giornate saranno sempre a disposizione.

Per tutti questi motivi Paolucci Marketing parteciperà all’evento con tutto lo staff, perché vogliamo essere anche noi il punto di riferimento del Web Marketing Rimini e quindi non possiamo mancare.

Se ci cercate, ci sentiamo lunedì in ufficio, più carichi che mai.


Con queste parole “Artigiano della Comunicazione” è stato definito Stefano Paolucci, fondatore e titolare dell’Agenzia di Comunicazione e Web Marketing di Riccione.

Classe ’74 da oltre 15 anni si occupa di Comunicazione Online ed Offline per Azienda nazionali e Piccole e Medie Imprese locali.

Giovanni Cioria, Direttore Responsabile del mensile La Piazza di Rimini, ha voluto fare il punto sulla nostra piccola realtà, approfondendo, con in modo semplice e comprensibile, il lavoro svolto dal 2001 sul territorio per promuovere le Aziende clienti.

Anche se inizia con una frase che ancora dobbiamo capire se sia un complimento… poi chiede da dove venga il nostro marchio con la stella. Chiede un po’ di storia cosa facciamo e dove stiamo andando.
Ne esce un articolo semplice ma ben comprensibile.

Per chi ne avesse la necessità ci occupiamo di Comunicazione a 360 gradi e siamo sempre a vostra disposizione.

JJ Vianello con la sua Lambretta davanti la Nuova Web Agency

JJ Vianello con la sua Lambretta davanti la Nuova Web Agency

A fine 2013 tornando da un appuntamento commerciale abbiamo visto la scritta AFFITTASI in uno degli uffici più visibili di Riccione.

Proprio lungo la statale c’è questo ufficio piccolo ma molto visibile che vanta una lunga storia nella Comunicazione a Riccione. Da quasi 40 anni si fa Comunicazione e Paolucci Marketing ha l’onere ed onore di continuare questa tradizione.

Prima del nostro arrivo era la sede di Espada, per tutti la vetrina con due limoni. Uno studio grafico attivo da oltre vent’anni, nato dai fratelli Massarente e poi continuato con l’attività di Daniele, famoso per la sua Cartina di Riccione.

Parlando con imprenditori del territorio, abbiamo poi scoperto, che prima di Espada c’era un altro grafico poi diventato responsabile della grafica e comunicazione per una grande azienda multinazionale di San Clemente.

Tutte queste circostanze ci fanno capire che dobbiamo continuare il percorso di Comunicazione intrapreso oltre 40 anni fa dai nostri colleghi.

Un buon punto di partenza per la ripresa.